Rifletti sulla Paura

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi ha pubblicato una guida dagli psicologi a tutti i cittadini. Qui uno dei suggerimenti per gestire lo stress e salvaguardare il benessere possibile al tempo del Coronavirus

Certamente la situazione di emergenza senza precedenti che stiamo vivendo in queste settimane ha suscitato paura a vari livelli. La paura è un’emozione naturale che evolutivamente ci ha consentito di sopravvivere, facendo aumentare il livello di attenzione e preparando il corpo a scattare e rispondere in caso di pericoli improvvisi.

Tuttavia, oggi che non abbiamo (fortunatamente) l’esigenza di attivarci per sfuggire a pericoli materiali concreti, non di rado la paura si trasforma in ansia, una spiacevole sensazione che anticipa e amplifica le conseguenze di quegli stessi pericoli che a mente fredda giudicheremmo innocui.
In questo senso l’ansia può diventare disadattiva, facendoci assumere una
prospettiva acritica che ci porta a reagire impulsivamente, senza riflettere.

Avere la “giusta” paura non solo è normale ma ci protegge dal pericolo di essere contagiati e contagiare, spingendoci dunque ad attuare tutte le misure preventive e cautelative che il Governo ci ha invitato ad intraprendere.

Per consultare la guida completa sul sito dell’Ordine degli Psicologi, clicca qui

Per questo suggerimento ho scelto di proporti la storia di una grande amicizia, quella di due mostri, che spaventano di professione!

Puoi usare la visione condivisa di Monsters per aiutare il tuo bambino a comprendere le misure straordinarie a cui stiamo aderendo.

Sarà più semplice per entrambi accedere alle vostre emozioni e organizzarle, utilizzando il linguaggio condiviso dei cartoni animati.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *