Token economy: cos’è e come funziona

La token economy è una di quelle cose più difficili da spiegare che da capire e usare.
Vi racconto come la usano mamma e Andrea.

Mamma: “Andrea sei stato molto bravo ad apparecchiare la tavola, eccoti un gettone (token). Quando arriverai a prendere 5 gettoni, ti comprerò quel gioco che volevi”.

La mamma durante le ore successive osserva Andrea premiandolo quando si comporta “bene”. Gli dà un gettone perchè ha messo in ordine la camera, due gettoni perché ha fatto i compiti, e il quinto gettone perchè si è lavato i denti da solo. A questo punto la mamma consegna il gioco ad Andrea.

Token economy: cos’è?
Si tratta di una forma di “contratto educativo” ovvero un accordo fra il genitore (o chi per lui) e il bambino: ad ogni comportamento corretto il bambino riceverà un gettone.

Token economy: a che serve?
Serve a modulare la quantità di tempo e di cose da fare prima che venga conquistato un premio (rinforzo). In cambio di un certo numero di gettoni sarà garantito al soggetto l’accesso ad un determinato premio. L’obiettivo è far sì che diventino più frequenti i comportamenti appropriati.

Token economy: quali comportamenti appropriati?
Il bambino deve essere consapevole di quali siano i comportamenti che abbiamo definiti “appropriati”. Ciò permette al bambino di sapere cosa fare per ottenere il premio, evitando frustrazioni inutili. Potete anche pensare di concordare con vostro figlio quali siano questi comportamenti, facendo una lista. Il consiglio è di iniziare con dei comportamenti appropriati che il bambino già mette in pratica. Questa prima fase permetterà a voi e al bambino di testare il sistema della token. Inoltre aiuterà il bambino a capire, vivendolo, che conquistando i gettoni arriverà a ricevere un premio.

Quando avete preso confidenza con la token economy potete passare a scegliere degli obiettivi di varia difficoltà in cui vi sembra importante che il bambino si impegni. Spaziate cioè da abilità acquisite come lavarsi le mani, a fare i compiti di quella materia in cui sapete ha più difficoltà.

Token economy: quali comportamenti non appropriati?
Come effetto secondario la token economy permette di ridurre i comportamenti non appropriati. Infatti aumentando la frequenza dei comportamenti appropriati e premiando il bambino per questi, i comportamenti non appropriati tenderanno spontaneamente a diminuire.

Attenzione a non fornire mai i gettoni quando il bambino ha un comportamento inappropriato, altrimenti questo potrebbe confondere il bambino, rendendo nullo o controproducente l’utilizzo della token economy.

Token economy: il premio
Potete scegliere il premio con vostro figlio oppure, se conoscete già i suoi desideri, proporlo voi.

Il premio dovrebbe essere un oggetto o un’attività a cui il bambino non ha accesso normalmente, qualcosa di minimamente o grandemente straordinario. Per esempio evitate di proporre come premio la merenda abituale, che non potrebbe essere fonte di motivazione adeguata. Il bambino penserebbe “perchè mi devo comportare bene, se tanto poi la merenda la faccio comunque?” Oppure “perchè mi devo fare più cose buone oggi per la stessa merenda che ho avuto ieri senza fare niente?”.

É importante che il bambino abbia chiaro che solo una volta che ha ricevuto tutti i gettoni otterrà il premio. Sarebbe opportuno anche sottolineare quando e dove sarà possibile usufruire del premio. Se si tratta di un gioco, ad esempio, concordate fin dall’inizio, che ci potrà giocare per mezz’ora prima di cena.

Token economy: i gettoni
I gettoni possono essere quanti volete. Per le prime volte in cui utilizzate la token economy, suggerisco di farlo con pochi gettoni (3/5 gettoni). Più avanti potete aumentare fino a 10/20 gettoni.

Token economy: quanti gettoni fornire?
Abbiamo già visto quando fornire il gettone, ora parliamo del numero di gettoni da dare al bambino. Per le prime volte suggerisco di consegnare un gettone per ogni comportamento appropriato. Inizialmente potete anche fornire il gettone a metà di un comportamento appropriato (per esempio se il bambino sta apparecchiando la tavola, prima che finisca di mettere tutte le cose a tavola), promettendo l’arrivo del successivo appena completa l’attività.

In un secondo momento potreste modulare la consegna dei gettoni in base alla difficoltà dei comportamenti appropriati. Per esempio fornite 2 o 3 gettoni quando vostro figlio si prepara la cartella da solo, perchè sapete che per lui questo è un compito molto faticoso. Al contrario se lavarsi i denti e vestirsi sono compiti difficili, fornite un unico gettone per entrambi.

Token economy: come costruire una token
Potete utilizzare un foglio A4 di carta (meglio se plastificata) e velcro. Fate una grande casella in cui mettere l’immagine (o la parola scritta) che si riferisca al premio. Disegnate altre caselle, quante il numero di gettoni e disponete del velcro su ognuna di esse. Su un altro foglio disegnate le immagini dei gettoni che poi andranno a riempire le caselle. Tagliate separatamente ogni gettone e applicate del velcro dietro ognuna, così che possa aderire alla casella. Per i gettoni potete utilizzare qualsiasi immagine, adesivo, disegno che piaccia al bambino. Più renderete il modello della token piacevole per il bambino più sarà motivato a usarla.

Per saperne di più, puoi leggere diversi lavori che indagano l’utilizzo e dimostrano l’efficacia della Token Economy.

Kazdin, A. E. (1977, 1982), ) Steeves, (1970), Hung ( 1977)  Kahng (2003), Wilson (2004), Miltenberger (2008), Matson (2009).

Per ottenere degli esempi gratuiti di token economy contattami!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *